I sei sapori in Ayurveda

…Così come in Natura e dentro di noi anche nel cibo possiamo ritrovare i cinque elementi e l’Ayurveda ci insegna che anche a tavola ci deve essere un equilibrio di sapori e quindi di  elementi per il benessere di corpo e mente.

Tutti gli alimenti hanno almeno uno dei sei sapori e ogni sapore ha un effetto sui Dosa.

Ogni sapore è formato da due elementi vediamo qui di seguito quali sono e come sono composti:

sapore dolce : terra + acqua

sapore acido : terra + fuoco

sapore salato : acqua + fuoco

sapore piccante : aria + fuoco

sapore amaro : aria + etere

sapore astringente : aria + terra

Ogni sapore quindi ha le qualità degli elementi che lo compongono andando quindi ad incrementare i simili e a diminuire gli opposti.

QUALITA’ DEI SAPORI:

RISCALDANTI: acido, salato, piccante.

RINFRESCANTI: dolce, amaro, astringente.

SECCHI: piccante, amaro, astringente

UNTUOSI: dolce, acido, salato

L’ayurveda dice che il pasto dovrebbe avere tre caratteristiche di base : UMIDO, CALDO, UNTUOSO.

EFFETTO SAPORI-DOSA

DOSA VATA (aria+etere) viene equilibrato dai sapori dolce, acido e salato, mentre viene aumentato dai sapori piccante, amaro ed astringente.

DOSA PITTA (fuoco+acqua) viene equilibrato dai sapori dolce, amaro e astringente, mentre viene aumentato dai sapori piccante, salato ed acido.

DOSA KAPHA (acqua+terra) viene equilibrato dai sapori piccante, amaro e astringente, mentre viene aumentato dai sapori acido, salato ed dolce.

 

Per un pasto equilibrato e soddisfacente devono essere presenti tutti e sei i sapori anche se quello prevalente dovrebbe essere sempre il sapore dolce che è nutriente ed equilibrante.

I sapori piccante, acido e salato stimolano l’appetito e la digestione, mentre l’amaro e l’astringente aiutano la disintossicazione secondo il bisogno.

Pensando agli alimenti dal sapore dolce ci vengono in mente subito i dolci e gli zuccheri, ma essi sono prevalentemente: i cereali integrali e semi integrali, i latticini non industriali, verdure amidacee, molti tipi di frutta fresca e secca… questi sono gli alimenti più pesanti da digerire.

Si parla di equilibrio anche a tavola… un equilibrio di sapori.. di elementi….

Il tutto da considerare nel contesto della costituzione della persona, dell’ora del pasto e dello stato d’animo e modalità con cui viene consumato il pasto stesso.

Per esempio i sapori salato, acido e piccante sono stimolanti, riscaldanti ed espansivi e, come detto, favoriscono la digestione, ma se in eccesso diventano irritanti per il sistema nervoso.

Anche i cibi dal sapore astringente (alcuni legumi, frutta, melograno, cachi) ed amaro (pompelmo, cacao, verdure foglia verde, cicoria, radicchio) che favoriscono la disintossicazione… se consumati in eccesso possono causare torpore, ristagno e aumento di peso.

Quindi fondamentale sempre l’equilibrio anche a tavola! Siamo quello che mangiamo… ma soprattutto che digeriamo!! Un buon Agni (fuoco digestivo) è alla base di una buona digestione e quindi di un buon funzionamento dell’organismo = salute psicofisica!

Un importantissimo ruolo nel piatto lo hanno anche le spezie… hanno sapori e quindi elementi che le caratterizzano…  ci possono quindi aiutare a trovare l’equilibrio nei sapori…

Non dimentichiamoci che l’intestino è il nostro secondo cervello!!

Importante variare sempre e mangiare quando abbiamo fame e mangiare con gusto, il pasto deve per prima cosa piacere.

Come ho accennato è importante anche come mangiamo…. per esempio se mangiare arrabbiati aumenterò Pitta, mangiare triste aumenterà  Vata, ect..

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.